Cosa ci piace di Rocco…

Sono di nuovo a casa contro la mia volontà.

Questa volta in infortunio. La culla del Rinascimento, per me, è la culla della sfiga.

Su circa un anno di contratto, ho fatto 15 giorni di ferie, 20 di malattia- la polmonite, mai avuta in vita mia- e 5 di infortunio.

Il medico che ha stilato il referto, poteva tranquillamente scrivere “Credevo di volare e non volo”.

referto1                                                 Le mie peripezie

Fortunatamente, i miei esperimenti di gravitazione, miseramente abortiti, non hanno lasciato gravi danni, se non contusioni varie e lividi- altro che “50 sfumature di rosso”-.

Quindi, in teoria sarei libera di girare per il mondo, visto che non ho l’obbligo di reperibilità, nella pratica, ho gli stessi dolori di una scampata ad una rissa, quindi esco poco e mi piego ancora meno.

La cattività fiorentina mi sta regalando, anche questa volta, grandi momenti di televisione.

Fra l’acquisto di un abito da sposa e l’altro, sono finita sull’Isola. No, non quella di Lost, ma quella dei Famosi, che, per lo più, hanno la mia stessa notorietà, quindi sono degli sconosciuti.  O meglio, lo sono quasi tutti, a parte due o tre, ma, soprattutto, a parte uno: Rocco. Non credo sia necessario citare il cognome.

ci-pensa-rocco-banner                                          Banner del programma dello scorso anno “Ci pensa Rocco”

E, dopo circa 4 strisce quotidiane, credo di aver capito cosa ci troviamo noi donne nell’uomo delle patatine.

Scommetto che ci sono persone, soprattutto uomini, che, sin dal titolo, hanno pensato che la risposta fosse in 30 cm… e invece no.

La media delle donne di 30 cm non sa cosa farsene, a meno che non si parli di fili di perle o di collane di brillanti.

Il mio amico Esse suole dire:”Mai sopra i 26″- e non si riferisce solo all’età-.
Inserire un cilindro di 30 cm in un canale di molto più stretto e più corto non è divertente come potrebbe sembrare in un film porno. Può piacere, ma non è un articolo per tutte, un po’ come i leggins color carne.

E non siamo tutte dedite al sadomaso. Senz’altro nessuna- o quasi…sicuramente esistono delle estimatrici del genere: il mondo è bello perché è insensato- spera di trovare un uomo con un micropene, ma il buon ” in medio stat virtus” vale anche in questo settore.

Non è neanche la bellezza ad attrarci, insomma, Rocco poteva essere un gran figo 20 anni fa, ora è un bell’uomo, ma non uno per cui ci si strapperebbero le mutande.

E allora cosa?!?

Di Rocco ci piace l’idea che da, di uno che ti prende e sa cosa fare, a cui non devi stare a spiegare nulla, che trova la bellezza in ogni donna, sicuro, ironico. Ieri l’ho visto consolare Rachida, la donna salice piangente, ex concorrente di Masterchef, che è una tale rompicazzo- permettetemi il francesismo- da sembrare bipolare e in sindrome premestruale 30 giorni su 30… e il Nostro, lì, tutto tranquillo a dirle come valorizzarsi, a commuoversi pensando ai figli.

Rocco. Siffredi. Vestito.

Dispensava consigli alla Enzo Miccio, ma sprizzava virilità da ogni poro. Ad un certo punto, sprizzava virilità pure Rachida, per osmosi.

enzo-miccio-su-real-time

Enzo Miccio su Realtime

Quindi, cari Gentleman, forse non c’è bisogno di avere un manganello telescopico fra le gambe per far felici noi donne, né di fare la spola fra estetista e palestra, né di specchiarvi in ogni superficie riflettente o vestirvi come se aveste l’acqua in casa, i Turchi alla porta e solo gli abiti di vostra madre a portata di mano.

camicia-di-jeans-e-maxi-stola-di-scervino                                                      Un modello della nuova collezione di Scervino

C’è solo bisogno che ci facciate capire che sapete cosa state facendo, che possiamo fidarci, che siamo belle- anche quando sembriamo uscite da “L’esorcista”.

Siate sicuri, siate dolci.

p.s. Circa un anno fa, ho sognato Rocco. Ero molto esalata: finalmente avrei imparato qualcosa!
Mi ha regalato una cyclette. Una bici con i pedali a forma di cuore. Forse avrei dovuto capire in che città sarei finita.
Solo io sogno Rocco vestito.

Spread-Your-Love-by-Hamed-Kohan

Gadget per la bici di Hamed Kohan “Spread Your Love”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...