La maledizione della ceretta

Premessa: non stiamo parlando di Amore.

Qui non si parla di rapporti di lunga percorrenza: matrimoni, convivenze, fidanzamenti ufficiali, situazioni nelle quali si è più propensi a chiudere un occhio- un occhio, non entrambi… ne riparleremo-; qui si parla di last minute, pit stop, mordi e fuggi occasionali.

La Maledizione della Ceretta, infatti, interviene esclusivamente in situazioni non consolidate, quelle in cui due esseri umani adulti decidono di dedicarsi al mambo orizzontale in maniera non continuativa, senza instaurare relazioni che implichino qualcosa in più di una telefonata il giorno successivo.

patrickswayze_dirty-dancing

 

Dirty Dancing, 1987

Partendo da questa necessaria premessa, passiamo ora ad enucleare il contenuto di siffatto problema che affligge il sesso femminile, analizzato in maniera scientifica dalla mia amica Emme.

Visto che avere un’emorragia mensile, partorire, ma ancor prima, se proprio volessimo andare a sindacare, essere nate dalla costola di un essere che possiede meno neuroni di noi e dallo sputo di una entità di dubbia esistenza, evidentemente, non bastava, la Natura matrigna, di leopardiana memoria, ci ha dotato di peli.

maxresdefault                                                   Gianluca Grignani, “L’aiuola”

E non solo nelle zone in cui un po’- e preciso un po’, care signore- di pelo può andar bene, ma, per le più sfortunate, ovunque.
In ogni caso, sia che voi rientriate nella fascia normopelo, sia che siate l’anello di congiunzione fra la scimmia e la donna, la Musa del Silk- épil, sappiate che, nella maggior parte dei casi, quando dovrete vedere il vostro occasionale amante, avrete una ceretta da fare.
Ve lo dice una che fa la ceretta ogni 20 giorni, che, per una implume, come me, significa che, come estetista, ho Grissom di CSI, per trovare cosa depilare.

csi-william-petersen                                                           Una scena di C.S.I.
Ovviamente, quando arriva una telefonata per un rendez vous, la seguente parte in automatico ed è indirizzata all’estetista, con una velocità che neanche in Africa le gazzelle.
A questo punto, succede una cosa inspiegabile: non importa che siate a Belluno a -20, circondate da donne che ammettono di depilarsi “solo in Estate, tanto in Inverno porto i pantaloni”, o in Sicilia, a +20, tutte le donne del circondario avranno deciso che è il giorno giusto per darci giù di disboscamento, come taglialegna canadesi, ergo: l’estetista non ha un buco di cinque minuti per arare i vostri orticelli.

Perfetto, parte la chiamata random a tutti i centri estetici nell’arco di 300 km- “al massimo”, pensate, “accumulo punti con Italo”.
Sì, donne, lo so anche io che esistono i rasoi, ma avete presente quando un uomo non si fa la barba, vi da un bacio e vi carteggia la guancia, che dopo non basta neanche la Pasta Fissan per risanare il danno epiteliale? Ecco, immaginate di riprodurre quell’effetto natural scrub sulle vostre gambe o, peggio ancora, sul vostro inguine: è orribile. Cosa sarà mai farsi strappare da una sadica un po’ di peli, quando riusciamo a far uscire una testa da  una porta usb?
Finalmente, dopo 7 ore di ricerche, vi richiama l’estetista e vi fa “una proposta che non potrete rifiutare”- peraltro riproduce benissimo anche la voce di Marlon Brando-: ha un “buco” ad un’ora improbabile e, se è plausibile, ovviamente, voi siete dall’altro capo dell’universo, anzi, state allunando.

Vi scapicollate e, comunque, arrivate al vostro appuntamento. Vi sottoponete a minimo mezz’ora di tortura, vi fate strappare anche peli che non avete, vi sgambate talmente tanto che, quando andate a pagare, nel conto compare la voce “ceretta e isterectomia”.E, appena uscite da lì, succede qualcosa per cui l’appuntamento salta.

Sapete che, se non vi foste depilate, tutto ciò non sarebbe successo?

Lo sapete… e, fra voi e voi, pensate:” ma gli anni ’70 erano poi così male?”
44655

Marina Lante della Rovere per IFAW, 1995

( Ah, un appunto per le maritate, conviventi, fidanzate: il non fare la ceretta costituisce una giusta causa di corna.
Unica attenuante accettata uniformemente dalla giurisprudenza: avete subito un parto eptagemellare. Sotto i 7 gemelli, cocche mie, non siete giustificate.)

(Secondo Ah! Una soluzione ci sarebbe: potreste chiamare voi, quando siete tricologicamente a posto, ma, innanzitutto, le donne non chiamano: si fanno chiamare; last but not least, la maledizione della ceretta funziona anche così: se chiamate voi, dopo aver denuclearizzato la zona, vedrete che il lui di turno sarà dall’altro capo dell’universo; starà salvando il pianeta dagli alieni; avrà messo su famiglia…)

Si vede che oggi ho fatto la ceretta?

“Dio, nella sua divina previdenza, non ha dato la barba alle donne perché esse non sarebbero state capaci di tacere mentre venivano rasate.”

                                                                                                                                       Alexandre Dumas

Annunci