The bride is back

Dopo circa due mesi e mezzo – a cui vanno sottratti 15 giorni di ferie in un’isola sperduta e solitaria, in cui pensavo di scrivere talmente tanto da far intimidire la Treccani e invece non ho scritto neanche una consonante, neanche come didascalia alle foto che pubblicavo sui “social”-, sono di nuovo qui.

Un po’ come Uma Thurman, ma decisamente meno alta, meno figa, meno bionda, ma anche meno vecchia, “la sposa è tornata e chiede vendetta”; ma potete anche scordarvi che indossi una tutina gialla- nel “meno figa” è implicito un “meno magra”… l’effetto limone è sconsigliato-.

wallpaper-di-uma-thurman-62050

Uma Thurman in “Kill Bill”

Tornando a noi, non ho scritto, ma ho continuato, indefessa, ad osservare il mondo circostante ed ecco un breve resoconto delle mie osservazioni…

Sta spopolando una nuova moda per me incomprensibile. Le donne hanno smesso di depilarsi, hanno adottato “La Foresta” di Diana del Bufalo come inno di battaglia e pubblicano selfie di gambe pelose, inguini pelosi, ascelle pelose. Un mondo- orribile- di peluche. E non sono normalmente pelose, sono pelosissime. Sono l’anello di congiunzione fra Chewbecca e la Principessa Leila. Io non riuscirei ad averne così tanti, neanche se smettessi di depilarmi per sempre.
Parafrasando Masini:”perchè lo fate, disperate ragazze mie”?


attore-giura-ciubecca-298003

Alcuni degli attori di “Guerre Stellari”, Chewbecca in seconda fila, la Principessa Leila, in prima

Un altro fenomeno che ho osservato è che l’intelligenza è un vantaggio per gli uomini, uno svantaggio per le donne.

Gli uomini intelligenti, complessi, sono quasi sempre corteggiati da un nugolo di donne, molto spesso non proprio aspiranti al Nobel, ma scodinzolanti come dei Cuccioli Cerca Famiglia. Ovviamente, la donna intelligente non saprebbe cosa farne di uomini scodinzolanti, perché disprezza l’adorazione, visto che cerca altri tipi di confronto- e di conforto- e, spesso, ha già degli animali domestici a cui non deve stirare camicie, trovare calzini dispersi, organizzare la vita; d’altra parte, altrettanto spesso non stima l’uomo intelligente che si fa irretire dall’adorazione. Quindi, non solo non si trova con l’adorante, ma neanche con l’adorato.

Ma perché la donna intelligente non si piazza facilmente sul mercato?

Al Sud si dice, in maniera elegante, che la panza e la minchia non vogliono pensieri… ecco, una possibile spiegazione può essere questa. Un mio amico sintetizza con:” Sei talmente intelligente, che a volte rompi il cazzo”( Elle, il poeta incompreso…) In questa sede non si parla di me, felice di essere precaria nell’amore, come nel lavoro, salvo la settimana che anticipa l’arrivo del mio “palloncino tutto rosso”-la Lines e le metafore- e le serate d’ Inverno in cui fa veramente freddo…

(L’Amore, per me, ha sempre qualcosa a che fare con il calore: potrei innamorarmi tranquillamente di una borsa dell’acqua calda o di un termosifone o di un piumino danese.)

320425_449185195113864_2054738095_n

Dal Web, Linus e la sua copertina

Oggetto di questa valutazione non sono stati dei cessi a mattoni, ma donne piacenti, partendo dall’assioma che, superati i 16 anni, non esistono donne belle au naturel, ossia struccate e appena sveglie.

Quindi, evidentemente, l’intelligenza ha un appeal direttamente o inversamente proporzionale a seconda che si possegga o meno un cromosoma y. Poi non vi lamentate se vi nascono i ragazzini cretini, che girano con le macchinette di carta e uccidono la famiglia per due spicci e, quando va male male, attaccano dei lucchetti a dei ponti…

Non volevate problemi? Eccoli… rateizzati, tipo l’Equitalia.

Senza esaurire in un colpo solo il bagaglio acquisito in vacanza, vi lascio con l’ultima osservazione.

Un numero incredibile di coppie va a cena fuori e non si parla. Gioca con il telefono. Uscite in due e tutti e due passate la serata con i vostri cellulari. Quindi uscite in quattro, ma due di voi sono cose inanimate. Mmmh, ma dividete anche il conto?

Anche qui, Equitalia non tarderà a presentare il suo conto.

1187017_10202165492162137_1225560410_n

Dal Web

Sogno un mondo migliore, popolato da persone più intelligenti; sogno di possedere un carrarmato tutto mio, con cui schiaccio macchinine e il potere di decidere chi abbia la facoltà di procreare e chi no, nonchè la possibilità di progettare ristoranti in cui non ci sia nè campo nè wi-fi.

E pensare che le ferie mi hanno reso molto più tollerante.

“Strega. 1. Donna brutta e repellente in lega con il Diavolo a scopi malvagi.

2. Donna bella e attraente, che in malvagità distanzia il Diavolo di una buona lega.”

Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911